Uscita 7 Aprile 2019

WALKING-LIFE  BENESSERE IN MOVIMENTO

Domenica  7 APRILE 2019

walking & QiGong

La 5 Km in Pineta e Lungomare di Marina di Pisa.

V° appuntamento  di  WALKING-LIFE  in MARENIA DÌ INVERNO con il contributo del Comune di Pisa. In collaborazione con la ROSA DEI VENTI che ospita a fine percorso sul  ROOF-TOP la conclusione della Camminata  in modo da godere a pieni polmoni e a pieni occhi della vista meravigliosa del nostro Mare al Tramonto.

Camminata guidata nella rigogliosa Pineta di Marina di Pisa e Lungomare, a fine percorso  una Session di 30′ di QI GONG disciplina energetica orientale che mira a equilibrare e armonizzare l’essere umano nella sua globalità. 

Il qi gong è un lavoro sul qi, l’energia interna al corpo, il soffio vitale secondo la medicina tradizionale cinese. Esiste il Qi gong statico e dinamico, spesso inseriti in programmi di benessere che comprendono esercizi e automassaggi Taoisti, pratiche per migliorare la respirazione interna e per il potenziamento energetico. Il Qi gong quindi è l’arte di coltivare il Qi, accrescerlo, rafforzarlo e raffinarlo, attraverso tecniche esterne e spirituali: postura e movimento, concentrazione mentale e meditazione. Ne beneficia infatti non solo il sistema nervoso, ma si potenzia anche il sistema immunitario e l’apparato cardiocircolatorio. Il Qi gong consente di: Rafforzare le funzioni cerebraliSviluppare poteri psichici;Lavorare sulla formazione del carattere;Migliorare lo stato di salute psicofisica.

 Categoria: Escursioni Fitness
Durata: 3 ore e 30′

Difficoltà: (T ) itinerario turistico (facile)
Sviluppo percorso: ad anello
Dislivello massimo: 0 m
Tempo totale di percorrenza: 3 ore e 30 minuti (Fitwalking&QiGong) fine entro le ore 18:30
Partecipanti:  massimo 25

Ritrovo: ore 15:00 alla ROSA DEI VENTI Bar Via Crosio 1 –Marina di Pisa . Partenza ore 15:30 fine camminata e Sessione QiGong entro le ore 18:30

Contributo richiesto: 5,00 € (comprendente di accompagnamento e Sessione QiGong).

Partecipazione gratuita per i tesserati asd Arcadia e fino ai 13 anni di età.

Occorrente: Consigliamo di indossare scarpe da ginnastica, abbigliamento comodo a strati, cappellino e crema solare, portare bottiglietta d’acqua.

PRENOTAZIONE

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Uscita 24 Marzo 2019

La gola dei Giganti e le pietre dell’acquedotto

Luogo di ritrovo: Via del Radar, Valle Benedetta(43,5222°N 10,4127°E) ore 10:00

Ritorno: luogo di partenza(43,5222°N 10,4127°E) indicativamente alle 18:00

Percorso
Partendo dall’angolo tra Via del Radar e Via della Sambuca, passeremo dal panoramico Calvario e ci

dirigeremo verso il letto del Morra, ove ancora oggi vivono alberi giganteschi nascosti dall’antico bo- sco di Lecci e Cerri che avvolge completamente la valle offrendo rifugio a Cinghiali, Volpi, Martore e molti altri splendidi animali selvatici. Lasciato il letto del fiume continueremo per l’acquedotto Leo- poldino, ovvero suggestive strutture in pietra avvolte nel bosco per un percorso di 2km edificate nel 1600, alla fine del quale percorreremo il sentiero 00 per tornare a luogo di partenza.

Km. ToT. 13; Ascesa ToT. 850m; Discesa ToT.908m; Difficoltà: FACILE

Materiale:
zainetto; scarponi; 2 litri d’acqua; abiti adeguati al clima e comodi nei movimenti possibilmente ma- glietta traspirante; cambio di maglietta;giacca impermeabile o poncho impermeabile; sacco per l’immondizia; cappello; pranzo al sacco.
Uomini: consigliato intimo confortevole.
Donne: consigliato reggiseno sportivo e intimo confortevole.

ATTENZIONE
ricordate di munirvi dei vostri medicinali specifici (antistaminici; bronco dilatatori per a- smatici; ecc.) se necessario.

Lo zaino non deve essere troppo pesante, massimo 10/15kg
Dovendo lasciare tassativamente pulito il bosco, consiglio di non appesantirsi con cose che producono spazzatura o cose inutili, tutto quello che abbiamo tornerà con noi alle macchine!

Attività proposte:

  • Osservazione della fauna selvatica
  • Osservazioni della flora
  • Cenni storici del luogo
  • Andatura
  • Equipaggiamenti

Ecco le foto dell’uscita:

Uscita 3 Marzo 2019

 

III° appuntamento  di  WALKING-LIFE  in MARENIA DÌ INVERNO con il contributo del Comune di Pisa. In collaborazione con la ROSA DEI VENTI che ospita a fine percorso sul  ROOF-TOP la conclusione della Camminata  in modo da godere a pieni polmoni e a pieni occhi della vista meravigliosa del nostro Mare al Tramonto

Questa Domenica in TEMA del CARNEVALE, Stefania Panelli condurrà una Session di YOGA DELLA RISATA (brochure yoga della risata)

una pratica che nasce in India una ventina di anni fa per merito di un medico indiano il Dr. Madan Kataria che studiando i numerosissimi effetti della risata, si rende conto che si può ridere per scelta e non solo grazie a situazioni umoristiche, gag comiche o barzellette e che il nostro corpo non distingue tra risata spontanea e risata autoindotta, beneficiando allo stesso modo di entrambe. La ricerca scientifica aveva già dimostrato che ridere può aiutare a risolvere molti problemi, ma fino a quel momento non c’era stato nessun sistema affidabile per generare la risata. L’umorismo era la sola risorsa disponibile, tuttavia non è affidabile e raramente porta a una risata duratura e profonda. Lo Yoga della Risata è un sistema rivoluzionario per generare risate che consente a una persona di ridere in modo continuativo per 15-20 minuti, con brevi pause dedicate alla respirazione.

Categoria: Escursioni Fitness
Durata: mezzo pomeriggio  15:00 – 17:00

Difficoltà: (T ) itinerario turistico (facile)
Sviluppo percorso: lineare
Dislivello massimo: 0 m
Tempo totale di percorrenza: 2 ore  (Fitwalking&YOGA DELLA RISATA)
Partecipanti:  massimo 25

 

Giovedì 21 Febbraio 2019

NOTTE alle TERME è una serata proposta all’insegna del Relax e Benessere.

Dalle 20:00 alle 23:00 avremo a disposizione tutte le vasche dei Bagni di Pisa, Terme nella Località di San Giuliano a pochi chilometri dalla Città di Pisa, oltre ad un Buffet illimitato.

IL BENESSERE TOTALIZZANTE DELLE TERME E SPA BAGNI DI PISA

Fin dai tempi più antichi l’acqua termale che sgorga dalle profondità di San Giuliano Terme è stata apprezzata per le sue proprietà e funzioni curative. Amate prima dagli Etruschi e dai Romani, poi dalla famiglia dei Medici, le terme Bagni di Pisa conobbero la massima notorietà da quando, nel 1743, il Granduca di Toscana Francesco Stefano di Lorena ne fece la propria residenza termale estiva.

Bagni di Pisa ha riacquistato il suo antico splendore, grazie a un sapiente restauro che ha riportato l’architettura, gli affreschi, le volte e i marmi alla loro bellezza originaria, rendendoli parte integrante dei percorsi rigeneranti. I lavori di riqualificazione hanno interessato anche i Bagni di Levante, ora totalmente dedicati alle acque termali e ai trattamenti, dai più tradizionali ai più innovativi.

Categoria: Benessere Conviviale
Durata: Serata 20:00 – 23:00
Partecipanti:  massimo 30

Ritrovo: ore 19:30 Bagni di Pisa – Terme di San Giuliano Largo Shelley 18

Iscrizioni: obbligatoria compilando il modulo a fondo pagina.

Costo: €40,00 in convenzione, il costo comprende: libero accesso a tutte le vasche INDOOR e OUTDOOR + fornitura di accappatoio, ciabattine, asciugami + Buffet Illimitato salato&dolce con bibite analcoliche ed alcoliche

Occorrente: Consigliamo di portare piccolo phon e cuffia da bagno (si può acquistare anche in loco)

PRENOTAZIONE:

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Uscita 17 Febbraio 2019

La Via del Cotone

In un contesto ambientale unico ed affascinante, una camminata dolce guidata di circa 10km, su sentiro facile e battuto della VIA DEL COTONE.

Dal Vione delle Cascine Nuove, partiremo dal ben conservato e notevole Abbeveratoio (un tempo utilizzato per abbeverare i dromedari introdotti a partire dal 1600 dai Granduchi di Toscana). Qui Elena  condurrà la Session di QiGong: 30’ di ginnastica meditativa che contribuirà a  sintonizzarci con la Natura circostante, ospite della camminata a seguire all’interno della Macchia, costeggiando la zona palustre, popolata da tartarughe acquatiche e rane rosse. Durante la camminata momenti meditativi che mireranno ad interiorizzare le sensazioni percepite dalla Natura circostante.

Percorso ad Anello facile e  percorribile in 3 ore escluse le soste

 

 

Uscita 20 Gennaio 2019

Le vie dei Banditi – Domenica 20 Gennaio

Dalla località denominata “Le Palazzine” percorreremo un sentiero tagliafuoco per poi inoltrarci nelle piste che si snodano nel folto della macchia mediterranea. Ci dirigeremo alle “ Grotte dei Banditi”, luogo in cui  nel 1943 trovarono rifugio i partigiani del 10° Distaccamento “Oberdan Chiesa” – III Brigata Garibaldi.
Da qui parteciparono alla Resistenza contro l’occupazione nazifascista e alla liberazione di Livorno, avvenuta il 19 luglio 1944. Dopo ci riposeremo alle acque del guado del Gorgo.

Attività proposte:
· Osservazione della fauna selvatica;
· Osservazioni della flora;
· Orientamento con mappa;
· Cenni storici del luogo;
· Andatura;
· Equipaggiamenti;

in collaborazione con NIMROD GUIDE TRAPPER A.S.D.

ALCUNE FOTO di DOMENICA 20 GENNAIO:

 

 

 

MARENIA D’INVERNO – 6 Gennaio 2019

WALKING LIFE & BAREFOOTING-GROUNDING

Lungomare Marina di  Pisa

II° appuntamento di 6, da Dicembre, la prima domenica di ogni mese WALKING-LIFE è in MARENIA DÌ INVERNO con il contributo del Comune di Pisa. Saranno proposte camminate di Fitwalking associate a Session di QIGONG, YOGA, BIODANZA, LIU ZI YE:BENESSERE IN MOVIMENTO.

In collaborazione con la ROSA DEI VENTI che ospiterà a fine percorso sul suo ROOFTOP la conclusione delle uscite in modo da godere a pieni polmoni e a pieni occhi della vista meravigliosa del nostro Mare al Tramonto, con “assaggi” di discipline olistiche effettuate en plain-air a conclusione dell’incontro.

 Domenica 6 Gennaio la a 4 KM, Lungomare di Marina di Pisa

Alcune foto di Domenica:

WALKING LIFE & BAREFOOTING con MARZIA MAESTRI – ha studiato Riflessologia Tradizionale Cinese del piede, disciplina che, oltre al massaggio, considera il camminare a piedi nudi una delle pratiche di lunga vita.

Camminare a piedi nudi è efficace per il benessere e l’equilibrio di tutto il corpo; significa in pratica “mettersi a terra”, dove il corpo assorbe elettroni negativi attraverso la pianta dei piedi, recuperando energia e riattivando la circolazione, contribuendo a migliorare i dolori cronici e, in alcuni casi, i disturbi del sonno”. Vivere scalzi?
Chiaramente, in medio stat virtus come già insegnavano i latini, quindi è fondamentale trovare l’equilibrio, sociale e comportamentale, che si pone tra i due estremi: con scarpe e senza scarpe, è lo spunto proposto affinché  ognuno trovi la sua armonia. Camminare a piedi nudi risulta addirittura indispensabile nei bambini per la stimolazione sensoriale della pianta dei piedi, sia per quanto riguarda lo sviluppo della propriocettività (la capacità di riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e lo stato di contrazione dei muscoli anche senza il supporto della vista. Ad esempio le ginnaste e ballerine) come per la strutturazione dell’arcata plantare. Diventa quindi essenziale per il corretto sviluppo delle cavità dei piedi, della postura e della colonna vertebrale. Per gli adulti, invece, contribuisce a mantenere quanto acquisito da piccoli. Da adulti si circoscrivono tutta una serie di possibili problematiche, come l’alluce valgo, dolori alla schiena e alle ginocchia. Praticare il barefooting appena possibile rappresenta senz’altro un buon esercizio da seguire. Sconsigliato invece nel caso siate sofferenti di particolari patologie del piede come la fascite plantare, la tallonite o la spina calcaneare.
E’ molto utile associare alla ScalZeggiata, prima o dopo, alcuni esercizi di grounding: dal mondo della  bioenergetica, letteralmente significa “radicamento”, benefico per il sistema immunitario, la guarigione delle ferite, la prevenzione e il trattamento delle infiammazioni e delle malattie autoimmuni.
il Grounding ci suggerisce che dobbiamo interagire regolarmente con il nostro ambiente in modo fisico. I nostri piedi, in particolare, sono conosciuti per le loro capacità riflessive, il che significa che i nervi che avvolgono queste “appendici inferiori” corrispondono a tutti gli organi e le strutture principali del nostro corpo. Il Grounding, quindi, è l’abilità di sentire una connessione di tutto il corpo con la terra partendo proprio dai piedi.

Un’analisi pubblicata sul Journal of Inflammation Research nel 2010 dimostrò
che gli elettroni mobili generano un microambiente antiossidante intorno a una ferita che eviterebbe danni collaterali al tessuto sano e ridurrebbe la formazione della cosiddetta “risposta infiammatoria”.
I benefici sono dunque molteplici:
•    migliorare il sonno e normalizzare il ritmo notturno del cortisolo
•    ridurre il dolore
•    ridurre lo stress
•    eliminare le infiammazioni
•    cambia il sistema nervoso autonomo dall’attivazione simpatica a quella parasimpatico
•    aumentare la variabilità dell’indice cardiaco
•    accelerare la guarigione delle ferite
•    ridurre la viscosità del sangue
Ma gli esercizi di Grounding sono è utili anche nelle situazioni in cui:
•    si teme di non avere le capacità giuste per affrontare un problema
•    si teme di perdere il controllo
•    si fa fatica a lasciarsi andare